P1070482

BUONE VACANZE DA COACH TREVISAN AL GRUPPO SCOIATTOLI…..

Mi ricordo quel giorno quando Mauro mi chiese , Davide te la senti di dare una mano a Giorgia con i più piccoli ? E’ un gruppo interessante, che ti può dare lavoro per i prossimi anni, te li cresci tu. Quella richiesta mi lasciò un pochino perplesso avendo sempre allenato i più grandicelli, con metodi ed allenamenti del tutto differenti. Ci pensai un pochino ma poi dissi di si… e fu la risposta più bella che potessi dare, una nuova esperienza e motivazione. Veder crescere i ragazzi è la cosa più positiva e appagante per chi fa questo “lavoro in palestra”. Fu un anno divertente e con Giorgia mi trovai bene, coi piccoli ci sapeva fare e presi confidenza con il suo gruppo. Ricordo le batoste nelle prime amichevoli a Favaro dove non si passava la metà campo. Fu un anno di primi approcci e tanti giochi che a questa età a loro piacciono parecchio. L’anno successivo presi a regime la squadra e cominciammo un’avventura molto bella, si fece campionato, non sfigurammo con nessuno grazie anche all’inserimento di Mattia, Andrea, Giacomo, ragazzi lasciati maturare nel nostro gruppo, con un anno in più di esperienza. Fu una bella combinazione, una giusta intuizione. Si lavorò molto sui fondamentali inseriti nei giochi. Ho visto crescere e migliorare ogni giorno i ragazzi e questo fu positivo. I genitori erano contenti e anche questa fu una cosa positiva, si fece gruppo e squadra. Si chiuse con più vittorie e poche sconfitte e con tanta voglia di ricominciare a settembre. E veniamo a quest’ultimo anno passato assieme. Credo la cosa positiva su tutto, sia stato che i ragazzi sono sempre venuti in palestra con molto entusiasmo, con poche assenze e tanta voglia di imparare. Abbiamo dovuto dividere le squadre in due gruppi di lavoro, sia per una questione tecnica che per una questione fisica ma soprattutto numerica. L’altro gruppo era allenato da Roberta e abbiamo partecipato entrambi al campionato. Noi eravamo in un girone molto tosto con Reyer, Leoncino, Favaro e si è fatto un po’ di fatica ma non sono mai arrivate batoste eclatanti. Siamo riusciti a vincere qualche partita in un campionato dove non esiste la classifica e dove si gioca in quattro. Regola secondo il mio punto di vista un po’ azzardata e faticosa visti i grandi campi in cui questi ragazzi vanno a giocare. Lavoro in stagione: Si è cominciato ad affrontare i primi fondamentali in maniera più curata, a volte in maniera assidua e maniacale, ma questa è la linea giustamente richiesta dalla società e devo dire che sono stati molto bravi. Devo solo trovare la chiave affinchè in allenamento riescano ad applicarsi bene ,mentre in partita, forse per la foga di andare a canestro, dimenticano molto spesso le cose imparate durante la settimana. I ragazzi fanno bene il terzo tempo, palleggiano a mio avviso in maniera corretta, fanno ancora fatica nella precisione del passaggio , ma complessivamente è un buon gruppo. Le basi sono buone. Manca secondo me ancora la furbizia, la fame , la determinazione, la grinta che in questi giovani si fa fatica a trovare. La nostra generazione era più sveglia, si giocava di più nei campi, nelle scuole, nei patronati. Ora è già tanto se fanno al massimo due ore. Sono impegnati in troppe cose e non riescono a focalizzare in maniera ottimale , sono superficiali. Ultime battute prima di chiudere e un ringraziamento alla società per il tanto lavoro fatto, è stata dura ma ci siamo riusciti. Mi auguro di rivedere tutti i ragazzi in palestra perché già mi mancano. I love this game e… sorridere sempre!!! Ciao Coach Davide

10174863_10202827750648125_6282110923432728323_n 10270289_10205597598212583_387124299308474036_n IMG_1891